Archivi categoria: Flash!

Affetto

Ho letto un’espressione meravigliata sul volto di mia madre, quando mi ha visto raggiungerla in camera sua mentre stava piegando dei vestiti e senza dire una parola l’ho abbracciata per qualche secondo, posando la mia guancia sulla sua spalla.

Ho solo lasciato fluire un po’ di affetto. Una cosa così semplice. Disarmante. Complicata per alcuni. Invisibile e silenziosa ai più.

Terza stella a sinistra?

Di ritorno dal tabaccaio, incontro M. In macchina lungo la strada

M.: “Mi scusi buon uomo, ma se vado dritto per questa strada… arrivo dove devo arrivare?”
Io: “Credo di si. Ma se magari svolta ogni tanto sicuramente ne potrebbe guadagnare in paesaggio. E comunque potenzialmente tutte le strade possono arrivare dove deve andare. Stia sereno”

Alla prossima!

Dubbi letterari in un posto… insolito

Un segno tangibile della mia noia?

Sono all’ingresso di un locale che non ho mai visto, e che da fuori sembra davvero interessante.  Ma non posso ancora entrare, perché devo aspettare gli altri componenti della serata. E questi stanno tardando da più di un’ora.

E cosa sto pensando?

Sono più l’Ulisse di Dante, che vede la montagna del Purgatorio prima di morire… oppure il soldato di vedetta del libro “Il deserto dei tartari”, che aspetta che arrivi il nemico, che si dice arriverà da un momento all’altro, ma sembra non arrivare mai? ^^”

Non sto bene per niente XD

Alla prossima!

La scomparsa della Festa della donna

Nel mio micromondo, ho avuto la fortuna di conoscere (e di continuare a frequentare) donne fortemente emancipate. Consapevoli della propria “forza”, considerano questa festa… molto poco (se non nulla).

Invece io la considero molto importante. Proprio perchè… è (con mio leggero sconcerto) molto considerata ^^”. MI spiego meglio, prima di passare per misogino XD

Uomini e donne sono diversi, fisicamente e psicologicamente parlando. Non è possibile una parità in tal senso. Ma è un dovere che si raggiunga una parità in ambito di “possibilità”. E’ un traguardo da raggiungere, il più presto possibile.

Quindi, il giorno in cui si arriverà all’ 8 Marzo e nessuno gli darà più importanza, vorrà dire che la parità è stata raggiunta e quindi tale festa non avrà più neanche il lontano senso di esistere ^^

(…oppure saranno scomparse le donne e e saremo prossimi all’estinzione della razza umana ^^”)

Alla prossima!

 

La bellezza dei Santi

Qualche giorno fa, subito dopo essermi svegliato, sono andato in cucina e ho trovato mia nonna che stava guardando qualcosa alla televisione. Si trattava della festa di S.Agata, a Catania, una festa a cui i catanesi tengono moltissimo e che viene da loro festeggiata con incredibile calore.

Mia nonna, che è religiosa (anche se a volte oscilla dal “troppo” al “troppo poco” ^^”) è particolarmente entusiasta di quello che vede, e io stesso le racconto quello che so, avendo avuto tempo addietro un’amica catanese che mi aveva descritto la festa della loro santa patrona con particolare entusiasmo. Ed in quel momento si lascia scappare la seguente affermazione:

Deve essere una grande santa. Guarda quanto è bella!” indicando una statua che raffigurava S.Agata.

MI è venuto da ridere. E’ molto bella, quindi è molto santa.

Chissà se sono mai esistiti santi brutti. Eppure, tempo fa, lessi che il probabile volto di Gesù Cristo avrebbe delle caratteristiche fisiche molto mediorientali… un genere di bellezza che a mia nonna non piacerebbe. XD

Per un attimo mi sono sentito squisitamente ed orgogliosamente profano XD

Alla prossima!

Ma il tempo non si ferma proprio, eh?

Sapete quale la cosa divertente? A volte mi sorprendo del fatto che… le persone crescono. XD

Un esempio? Mia cugina A., che adesso e’ maggiorenne ma che ho di lei un’immagine piu’… carina e coccolosa ^^”

Ed invece, ecco la versione 6.0 (beh, non la vedevo da un bel po’ XD): adulta, molto sicura di se’, vanitosa quanto puo’ esserlo una giovane donna e soprattutta con le idee ben chiare.

Cosa c’e’ di strano? Nulla. Ma mi ha spiazzato comunque.

Alla prossima!

Emozionarsi al cinema

Perchè non riesco a smettere di vedere film?

Ieri stavo guardando “I Croods”, e naturalmente ero circondato da un sacco di famiglie con bambini al seguito. C’è un momento in cui il capo famiglia sembra sacrificarsi per i suoi cari, e una bambina dietro di me si spaventa e domanda ai genitori “E’ morto?”

E la cosa bella è stata che, per un attimo microscopico, poco prima che la mia mente razionale pensasse “E’ un cartone animato, non muore nessuno”… è stato il mio stesso pensiero.

Nonostante gli anni, continuo ancora ad emozionarmi, di fronte ad una bella storia o a un bel momento.

Alla prossima.