Constatazioni… ed insulti (?)

“[…]
Ulisse: La truppa pensa di essere venuta qui per la moglie di Menelao. Lei non ci serve più!
Agamennone: Il sangue di mio fratello bagna ancora la terra e tu lo insulti!
Ulisse: Non è un insulto dire che un uomo morto… è morto![…]” (Troy)

(Ci sto prendendo gusto con le citazioni)

Tutto nasce da un discorso mattutino tra mia madre e sua madre/mia nonna. Mia nonna mi da’ sempre numerosi spunti di riflessione, sia per capire la mentalita’ di persone che anni fa lavoravano la terra ed avevano determinate consuetudini e modi di dire/fare, sia per comprendere di riflesso anche mia madre.

Comunque… ieri sono venuti a trovarci alcuni parenti, che sono rimasti a pranzo. Insomma, classica occasione per avere notizie, chiacchierare… e scherzare. Una allegra tavolata di compagnoni.

Bene, mio zio durante l’atmosfera di assoluta ilarita’, ha fatto notare indirettamente che mia nonna e’ di bassa statura. Il che e’ vero. Ma sapete come sono queste cose: poi qualcuno ha preso in giro mio zio, ci si fa tutti un’ allegra risata e si continua.

Beh, mia nonna si e’ ammutolita e per un bel po’ non ha spiccicato parola. (Me ne sono accorto solo oggi ripensandoci). E stamattina, mentre mia madre la lavava, ha detto di essersi sentita “offesa” e che mio zio e’ stato “screanzato”. E pensate, e’ stato un commento indiretto (prendeva in giro mia madre, che e’ stata al gioco).

Mia madre, dal canto suo, ha cercato di farle capire l’equivoco, inizialmente con calma poi infervorandosi quando mia nonna ha fatto orecchie da mercante. Non mi sorprende, sono fatte della stessa pasta ^^” Stando pero’ in ascolto, ho capito il motivo del sentirsi offesa: ai suoi tempi, c’era piu’ “rispetto” e certe cose non si dicevano. E li’ ho capito che mia nonna e’ rimasta negli anni 40, dove il contadino era una persona che si faceva il mazzo dalla mattina alla sera e che quindi aveva una sorta di implicito “grande rispetto” dovuto al duro lavoro nei campi. E non solo. Mia nonna ha persino aggiunto, con assoluta serieta’ ed un filo di irritazione, che in altri tempi le avrebbe date anche a mia madre per come le ha risposto XD.

E vi assicuro… non la stava offendendo. ^^” sia mio zio che mia madre non si permetterebbero mai di farlo.

Determinati tipi di anziani non si adattano allo scorrere del tempo. E non perche’ non possano… perche’ sono convinti, vista l’eta’ e la presunta esperienza che hanno, di avere ragione. Se una volta funzionava cosi’ e nessuno aveva niente da ridire… perche’ oggi dovrebbe essere diverso?

Gia’… chissa’ perche’… ^^'”

Il problema e’ che, di riflesso, continuano indirettamente a condizionare i figli, che sanno che i genitori non capiscono cose ovvie ma ai quali contemporaneamente non dicono nulla perche’ hanno per loro il grande rispetto ed amore che ha qualunque figlio per il genitore. E a volte… tutto cio’ e’ lacerante, e lo vedo in mia madre.

Alla prossima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...