Creta giorno 5: piccoli ma fastidiosi contrattempi

Una giornata buttata, per colpa di nessuno di noi. Siamo tutti incredibilmente propositivi, ma continuiamo con sempre maggiore stanchezza. A volte dormire non serve a ricaricare le batterie, e dopo un inizio promettente ci si sente subito fiacchi; S. poi da qualche giorno ha fastidiosi problemi di stomaco che lo rallentano non poco; io stesso ho fastidiosi mal di testa che mi fanno uscire pazzo, e se di solito riesco a tenerli nascosti stasera ho dovuto chiedere a R. se aveva qualcosa per farmi passare il dolore.

Il problema e’ questo: pensavamo di avere tempo per vedere almeno il 75% delle cose, ma non abbiamo calcolato diversi fattori: la distanza delle varie zone da Heraclion, che ci costringono ogni volta a “viaggi della speranza” lunghissimi in autobus e ci fanno rimpiangere di non aver prenotato in diversi alberghi, invece che solo al Heraclion (avremmo dovuto fare una cosa del genere: un paio di giorni ad Heraclion, 5 giorni nei pressi di Chaina e i rimanenti in in posto piu’ vicino ad altre cose da vedere). Quindi adesso non disprezziamo nemmeno i tour delle agenzie di viaggi, visto che ci farebbero risparmiare un bel po’ di tempo (speriamo solo che S. si rimetta in sesto, altrimenti salta  la visita alle Gole di Samaria e all’isola di Balos ^^”).

Quindi, oggi siamo rimasti ad Heraclion, insolitamente piena di passanti e turisti. Abbiamo notato diverse cose, mentre curiosavamo in giro:
1) e’ pieno di cani randagi. Nessuno di questi e’ pericoloso, sono tutti molto mansueti… ma sono tanti. Ed alcuni di loro passano tutto il tempo sdraiati di fianco, come a riposare. E uno di questi ha raggiunto livelli preoccupanti: l’ho visto con una fetta di mortadella sul naso e lui sveglio ma immobile sul fianco. Come mai e’ cosi’?
2) non c’e’ segno di polizia. Ne ho vista all’aeroporto,  e G. mi ha detto di averne visto uno in moto, una volta. Ma… dove sono i rimanenti? Cio’ comunque spiega anche la massiccia e a tratti invasiva presenza di venditori ambulanti.

L’unica cosa che ho da raccontare oggi e’ legata alla sera. S. e R. dovevano tornare un attimo in albergo, quindi io e G. ci siamo seduti sulla scalinata di una chiesa li’ vicino in attesa del loro ritorno. C’erano molti chicchi di riso per terra, segno che la mattina doveva esserci stato un matrimonio, e li’ intorno giocavano dei bambini e delle bambine. Visto che dovevamo perdere tempo, ho osservato quello che facevano questi bimbetti e, visto che non capivo quello che dicevano perche’ parlavano in greco, ho improvvisato una specie di puntata di Beautiful su quello che facevano.

Prima scrivo quello che ho visto… e poi come l’ho trasformato raccontandolo a G.

Due bambine, una in rosa ed uno con il vestiro bianco, che prima parlano con un bambino. Ma quando arriva un altro bambino sulla bicicletta, le bambine si concentrano su quest’ultimo -> il bambino sulla bicicletta e’ quello che chiamero’ “il motorizzato”, e visto che ha la moto attira le attenzioni della “sposa” (bambina in rosa) e della “damigella d’onore” (bambina in bianco) lasciando perdere l’altro bambino, che sara’ “il rifiutato”

Il bambino allontanato comincia a lanciare una specie di tubo contro una palma piu’ volte, quindi quando passa il bambino con la bicicletta sembra prendersela con lui, arrivando ad usare il tubo per cercare di bloccargli le ruote -> il rifiutato, allontanato da tutti, diventa un vandalo prendendosela con la societa’ per i suoi fallimenti. Quindi capisce chi e’ la causa delle sue colpe e cerca di eliminare il motorizzato, non riuscendoci.

Il bambino con la bicicletta prende un pallone e lo fa vedere alla bambina in rosa, ma lei fa “no” con la testa e va via insieme alla bambina in bianco, quasi lamentandosi mentre lo fa. Un’altra bambina con i capelli ricci si mette a giocare con il bambino della bicicletta -> le cose tra la Sposa ed il Motorizzato non vanno bene. Lei si lamenta del fatto che lui pensa solo al calcio, quindi si va a lamentare con la sua migliore amica, la Damigella d’onore. Insoddisfatto, il Motorizzato si fa l’Amante (la bambina con i ricci) che invece sa come prenderlo.

La bambina in rosa e la bambina con i ricci per qualche motivo litigano,  e sembra che abbia la meglio la riccia. La bambina in rosa va a lamentarsi con un adulto,  e poco dopo una signora va a portare via la bambina con i ricci, che in quel momento giocava con il bambino della bicicletta -> l’Amante vuole il suo uomo tutto per se’, quindi affronta la Sposa e la umilia pubblicamente. La Sposa chiama le forze dell’ordine, che portano via l’Amante quando si trovava con il Motorizzato.

Vedo la bambina in rosa e quella in bianco che coalizzate dicono qualcosa al bambino della bicicletta. Poi dopo qualche secondo non vedo piu’ la bambina in rosa. Mi sembra di vederla qualche minuto dopo sdraiata a terra accanto ad una di quelle macchinine grosse a pedali, mentre su una panchina ci sono la bambina con i ricci che offre delle patatine al bambino della bicicletta. Quando me ne sto andando, vedo la bambina in rosa che cammina via accanto al padre davanti a me -> la Sposa aiutata dalla Damigella d’onore redarguiscono il Motorizzato, che attua la sua vendetta. Poco tempo dopo viene ritrovato quello che sembra il corpo della Sposa senza vita accanto ad una macchina ribaltata, e visto che la Sposa e’ morta adesso il Motorizzato puo’ tornare dall’Amante. Ma la Sposa in realta’ e’ ancora viva….

Allora… forse sono stato un po’ troppo fantasioso? XD

Speriamo che domani sia una giornata migliore ^^”

Alla prossima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...