Squarciare il buio in profondità

Queste considerazioni che sto per riportare sono in parte legate alla visione, esattamente ieri sera, del film “Il lato positivo”. Naturalmente con le giuste proporzioni.

Penso che la più grande difficoltà nel miglioramento di sè stessi sia la conoscenza dei veri problemi che ci affliggono. Perchè periodi brutti o poco felici possono capitare (e capitano) nella vita di ognuno di noi, ma di solito quando vengono superati si ha anche una giusta considerazione di ciò che ci aveva afflitto. Magari si scopre essere una sciocchezza, ingigantita solo dalla situazione particolare.

Ma allora… quale è il vero “demone” che si annida dentro di noi? Quello che è una straziante costante nella vita?

Ieri ci ho riflettuto di nuovo. Credo di sapere di cosa si tratta. Credo di averlo sempre saputo.

Per quanto mi riguarda… l’insicurezza nelle mie possibilità.

Pensavo fosse la pigrizia, a dire il vero. E forse posso catalogarlo come “demone minore”, visto che in caso di presunta necessità riesco a sconfiggerla con un certo sforzo. Infatti, sebbene molto in ritardo, sto ricominciando a fare attività fisica in maniera regolare, e mangiare di meno (al momento ho provato ad eliminare la carne, vediamo quanto reggerò). Ma la mia personale insicurezza è in agguato, sempre e comunque. La domo, cercando per esempio di dargli una certa disciplina di carattere fisico, e per qualche tempo riesco ad avere successo. Poi… capitano alcune cose che la fanno riemergere in tutta la sua prepotenza.

Per esempio il timore per il futuro, alimentato però da qualcuno che mi vuole bene ma riesce ad ingigantire la “minaccia” con commenti a dir poco apocalittici. E sebbene sappia il mio valore (non altissimo, non credo sarei una “prima scelta” ma sicuramente sono una persona capace di sacrifici lavorativi, di curiosità e di una buona velocità di apprendimento, là dove le mie conoscenze non arrivano) c’è una parte di me che si deprime, che si sente una nullità, di non essere capace di continuare. Ed in quei momenti, sprofondo. Per esempio facendo saltare la mia rigida disciplina fisica andandomi a strafogare pur senza avere la minima fame.

La gente che mi conosce poco o solo in determinati ambiti pensa che io sia una persona equilibrata, “neutra”, che raramente alza la voce o perde la pazienza. Una di quelle persone con le quali ti senti incoraggiato a parlare di tutto. Almeno voi che leggete volontariamente il mio blog conoscete la verità. E vi dirò, è piacevole e liberatorio essere me stesso, almeno qui dentro. Ma mi impegno, o almeno ci provo, a lottare.

E’ incoraggiante per me sapere che demone devo affrontare, e di conoscerne i temibili poteri. D’altro canto, è scoraggiante avere la consapevolezza che il suddetto demone è ancora forte in me. Nonostante tutto il tempo passato.

Alla prossima.

Annunci

2 pensieri su “Squarciare il buio in profondità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...