Archivio mensile:dicembre 2008

The Spirit

ATTENZIONE! Quello che sto per scrivere potrebbe svelare parte della trama del film! Se volete andarvelo a vedere NON LEGGETE IL SEGUITO!
 
Ennesima notte buia a Central City. Ed ecco qualcuno (della polizia, probabilmente) chiamare al telefonino un uomo di spalle. A quanto pare, sta succedendo qualcosa di davvero importante alla palude. E l’uomo subito indossa un impermeabile, una cravatta rossa ed una mascherina… ed eccolo diventare Spirit, l’anima e il protettore della città. Raggiunte le paludi, non fa purtroppo in tempo ad intervenire in aiuto del poliziotto dal quale ha avuto la soffiata che lo ritrova ferito molto gravemente. E non è finita: a quanto pare in questa storia è coinvolta la nota ladra di gioielli Sand Saref e l’arcinemico di Spirit, il terribile Octopus….
 
Non continuo il mio resoconto, e non solo perchè altrimenti vi rovinerei la storia, ma anche perchè…. la storia che c’è non ha quasi senso in certi punti. La grave colpa di questo film è stata (ai miei occhi) quella di farmi credere dal trailer di essere una specie di Sin City (film che mi è piaciuto moltissimo). E con Sin City questo film condivide… alcune scene in bianco e nero ^^” E le pecche sono terribili: i personaggi sono davvero ben poco reali come carattere, lo stesso Spirit sembra cavarsela in ogni occasione per 2 motivi: il primo per i suoi poteri, che praticamente gli danno una specie di immortalità, e il secondo che OGNI donna cade ai suoi piedi. Ma proprio TUTTE le donne sbavano per lui. E lui ha degli atteggiamenti assurdi da "Sono meglio io e sono il più figo di tutti". Vogliamo parlare del nemico? Ha teoricamente le stesse capacità di Spirit, ma è completamente SCEMO. Non pazzo, svitato… ma solo SCEMO. Fa e dice cose assurde e ha tendenze da kamikaze (che si può permettere). L’unico personaggio che salvo del film è l’assistente di Octopus, Silken Foss (interpretato da Scarlett Johansonn) che sembra essere l’unica in tutto il film ad avere un cervello a posto: sbuffa continuamente quando il capo fa il cretino, e si irrita quando lui tende a "partire per la tangente". Ahh… per poco dimenticavo l’unico personaggio (anche se "ripetuto all’infinito") dello scagnozzo di Octopus: un completo idiota e babbeo senza cervello ma terribilmente comico XD
 
Voto? Raggiunge il 5 ma davvero a stento. Questo genere di film dovrebbero prendersi almeno un pochino sul serio invece si è praticamente distrutto con le sue mani (almeno ai miei occhi). Come film comico.. paradossalmente raggiunge a malapena il 6. Perchè questo film, ripeto, non è serio per niente. ^^”
 
Alla prossima!

Come sempre, confuso

Forse, come dice qualcuno, sto diventando una sorta di "genitore apprensivo" con alcuni amici. E non è DECISAMENTE nelle mie intenzioni esserlo. Anche perchè… conoscendomi, già penso di capire cosa penseranno di me i miei figli (sempre se li avrò ^^”)
 
Forse, sto diventando in un certo senso egocentrico e spocchioso, e ho perso un pò dell’umiltà che una volta pensavo mi caratterizzasse. E che pensavo mi creasse un pò di problemi. Ma adesso che non c’è… me ne crea di altro tipo. E non so dire quale tipo di problema è più facile affrontare.
 
Forse, che io mi conceda un pò di "libertà" verso gli altri è una cosa di cui non sono molto capace… nel senso che non trovo il giusto modo per farlo nè la giusta misura.
 
Forse.
 
Sinceramente, non so cosa fare. E la soluzione al problema purtroppo devo trovarla solo io. Problema mio, seccature mie. 
 
Tanto mi ritrovo sempre con la stessa soluzione, che a furia di usarla è diventata l’unica che ho e di cui conosco pienamente le conseguenze. 
 
Sparire per rimettere a posto le mie idee confuse, prima che mi mandino in tilt il cervello. E si ci riesco (dubito ma non dispero) andrò anche a cercare il mio daimon, per vedere che forma animale ha preso in pianta stabile. Chissà che vedendolo non capisca qualcosa di me. ^^” (e magari smetterò di parlare/scrivere d’istinto quando chiacchiero con qualcuno, e ragionerò 10000 volte prima di fare qualcosa)
 
Alla prossima.   

Max Payne

ATTENZIONE! Quello che sto per scrivere potrebbe svelare parte della trama del film! Se volete andarvelo a vedere NON LEGGETE IL SEGUITO!
 
Il detective Max Payne lavora all’interno del centrale di polizia, in un ufficio tutto suo ed isolato rispetto a tutti gli altri. Infatti è a "capo" della sezione "Omicidi non risolti", e il suo ufficio è una specie di immenso archivio di casi irrisolti. Lavora da solo e nessuno si avvicina a lui. Purtroppo, se è diventato una specie di "asociale" ha una buona ragione: sua moglie e sua figlia, le donne della sua vita e delle quali era felicemente innamorato, vengono uccisi da dei criminali. Non si scopre il vero colpevole, e si porta dentro di sè un profondo risentimento e una rabbia verso tutto e tutti, colpevoli di non aver fatto nulla per trovare i colpevoli. Ce l’ha soprattutto con il suo vecchio compagno di squadra, che si danna l’anima per aiutarlo. Max Payne continua la sua personale caccia all’uomo, nonostante siano passati diversi anni dal fattaccio… e l’unico indizio che ha li riceve da criminali. Ma son discorsi confusi.. parlano in modo quasi delirante di ali, angeli e demoni…
 
Una piccola premessa: questo film, da me e dall’amica che mi ha accompagnato a vederlo, è stato scelto "a random". Che vuol dire? Che non sapevamo minimamente cosa andare a vedere, così abbiamo deciso di arrivare al cinema e scegliere a caso il rpimo film di cui non avevamo letto recensioni e di cui sapevamo pochissimo. Così il film è stato scelto. Certo, potevamo scegliere un film veramente bruttissimo… ma come me anche la mia amica ha la capacità di trovare il divertente in film assurdi. E questo film non è stato un’eccezione… ci siamo fatti un sacco di risate XD. Per esempio, qualcuno dovrebbe spiegare al nostro eroe che le porte si aprono anche tirandole e spingendole, non solo prendendole a pistolettate e fucilate; quest’uomo ad un certo punto finisce al centro dei sospetti di tutta la polizia.. eppure fa praticamente quello che gli pare senza il minimo impedimento per quasi tutto il film; riceve una fucilata in pieno petto, e si rialza… tre colpi di mitra che si spalmano sul petto, e lui è ancora vivo [e paradossalmente,in quel punto del film ha quasi senso.. non ha senso il dopo, che purtroppo non posso raccontarvi] E tante altre piccole perle di idiozia che ci hanno fatto quasi sempre morire dalle risate.. e che ci ha anche fatto subire (giustamente) il pesanti rimproveri di un vicino di posto ^^”
 
Un voto per questo film? Come altre volte, gliene devo dare 2. Il voto "serio" è un 5, non di meno perchè ci sono diverse sparatorie ed azione e sicuramente è un film che può in parte piacere… ma il voto "allegro" è un buon 7. Anche solo per la costante espressione incavolata del protagonista che sinceramente a me non faceva neanche un pò paura. ^^”
 
Alla prossima!!