Questa è la mia vita.. adesso.

Come ho già ribadito ad altre persone, Dicembre e Gennaio saranno mesi che difficilmente mi scorderò. Il bilancio tra positivo e negativo tende decisamente verso il negativo… anche se devo ammettere che era iniziato tutto così bene. Adesso, mi ritrovo a sfogarmi scrivendo questo intervento… che tra parendesi forse non mi servirà a nulla. Ma oggi avevo voglia di scrivere… e scriverò.
 
1) Problemi fisici personali: Come è giusto che sia (anzi, come mi capita in ogni periodo simile a questo) ogni volta che sono sotto esami universitari, mi prende lo stress. E lo stress mi causa un simpatico (almeno quanto una picconata sul piede) dolore alla bocca. Spuntano delle bollicine bianche che danno un terribile fastidio. Ma di solito sono abituato, perchè di queste "afte" (credo si chiamino così) di solito me ne spuntano pochissime. BEne… in questi due mesi, a causa di due cose che hanno riguardato la mia sfera privata, le mie simpatiche bollicine hanno deciso di campeggiare in massa insieme ad amici ed amici di amici. Con il risultato di farmi soffrire ogni volta che mangio o parlo.
Purtroppo, ho la sensazione che mi stiano spuntando anche due denti del giudizio. E per qualche motivo ignoto, mi stanno facendo un male assurdo. E stando a sentire i miei genitori, sono il motivo per cui a volte sento come degli aghi incandescenti alle orecchie. Insomma… non passa giornata che io non abbia mal di testa.
 
2) Problemi famiglia: E’ successo che controllando alcune analisi si è scoperto che mia madre aveva il valore di un’enzima del fegato molto alto… anzi, TROPPO alto. Tanto che si ritrovava con una colorazione giallastra. Era il 24 Dicembre. Subito di corsa al pronto soccorso, e qundi alla fine mia madre è dovuto riman ere all’ospedale per tutto il periodo delle feste. Ora… partendo dal presupposto che la salute di mia madre viene prima di tutto… è stato un periodo per me abbastanza massacrante. Un pò perchè all’inizio i medici non sapevano che problema avesse mia madre (e per questo ci ho fatto parecchie notti insonni) e poi perchè sono venuti a trovarla tutti i miei parenti che abitano vicino Caserta. Io sono stato contentissimo, ma questa simpatica "invasione" ha praticamente scombussolato tutto. Tanta gente per casa, troppe cose da fare e disfare per me e mio padre, e soprattutto persone che decidevano di fermarsi almeno una notte. Creando a noi qualche problema organizzativo.
Ma a costo di passare per ingrato, il mio dramma è iniziato nello stesso momento in cui mia madre si è ammalata. Aspettavo con impazienza queste vacanze invernali, e mentre sarei andato a trovare i parenti per Natale e S.Stefano, il giorno dopo sarei tornato a Roma e avrei avuto la casa tutta per me. Avevo decisamente bisogno di un pò di solitudine e di staccare da tutto. Cosa che non è avvenuta… e ancora adesso sento le batterie scariche.
Mia madre adesso è tornata a casa, quindi in parte mi sento meglio. Ma ha subito cominciato a dettare legge nel "suo regno": non è inslito sentire frasi del tipo "Cos’è questo disordine?"… "Certo che io aggiustavo meglio" ecc ecc ecc. Beh, sono le frasi che dice sempre anche queando è a casa ^^” ma vuoi per le mie batterie scariche io a volte arrivo a sopportarla pochissimo.
 
3) Amore e amicizia (sfera sentimenti):  il mese di Dicembre in ambito "sentimentale" era partito anche troppo bene. Poi, nel mese di Gennaio ha avuto una brusca svolta in negativo. La colpa? Mia, che domande. E non lo dico perchè tendo sempre a commiserarmi… ma perchè sono inciampato nel mio solito carattere. Un carattere che forse non mi lascerà mai solo, ma sicuramente senza compagnia. Mi sono ritrovato a fare la figura dell’avaro: ho trovato un grande tesoro ma avevo paura di perderlo. Quindi l’ho nascosto a tutti (anche a me stesso) e alla fine sono tornato quelo che ero. Povero.
Incredibile, invece, come Gennaio sia stato un mese fortunato per gli amici con cui esco. TUTTI ( e ripeto tutti) hanno trovato durante il primo mese dell’anno una fidanzata. C’è da essere stupefatti, a giudicare dal carattere di alcuni miei amici. Naturalmente sono contentissimo per loro, e posso vedere la felicità sui loro volti. Questo porta però ad un incredibile contraccolpo: mi ritrovo ultimamente a dover essere circondato quando esco da coppie. E purtroppo, a continuare a domandarmi: "Ma che ci sto a fare qui?" E mi dò sempre la solita risposta: l’intruso. La cosa più brutta è che non posso starmene a casa da solo, ma ho bisogno di uscire qualche sera. Quindi a volte mi accodo. Con risultati.. va beh, lasciamo perdere. Per esempio la scorsa serata siamo andati in un pub stile giungla. Molto caotico, molto rumoroso (primo punto che non mi piace) e con TROPPA gente (sendo punto a sfavore). Bene, ero al tavolo con i miei amici, ma non sono riuscito a dire una parola. E a giudicare da un’affermazione della nuova fidanzata di uno dei miei amici… già sono stato inquadrato come persona di un certo tipo. Che posso fare? Per il momento, nulla.
 
Ora, penso di avervi annoiato abbastanza. Devo dire che la voglia di rassegnarmi è tantissima. Penso di essere un soggetto geneticamente portato alla malinconia. E il mio carattere, purtroppo non cambia mai. Però… voglio provare a fare qualcosa. DEvo scalare di nuovo la montagna (che adesso ha ragggiunto l’altezza del Monte Bianco ^^”) prima che diventi ancora più alta. Ma non posso affrontare i problemi tutti insieme, sinceramente non ne sono capace e quando ci ho provato sono arrivato a risultati piuttosto deludenti. Quindi, un obiettivo per volta. Dal cominciare a stare fisicamente bene fino ad arrivare al più importante. Temo che il tempo non sia con me… e comunque potrei in certi ambiti essere già fuori tempo massimo. Ma sono un’ingenuotto, e continuerò a crederci fino a prova contraria. Quando incontrerò un ostacolo troppo alto… penserò a quello che devo fare.
 
Alla prossima!
Annunci

Un pensiero su “Questa è la mia vita.. adesso.

  1. LierLife

    Ehi…pure io non ho la fidanzata!!! non disperare…anzi…mi trovo così tanto bene io! non voglio stilare una sorta di classifica, ma è un’ottima condizione anche questa…ma.io sono semplicemente solitaria…quindi non mi dispiace stare in compagnia delle coppiette…sono io a non sentirmi di troppo indipendentemente da quello che dicono…quindi pensaci…magari sei tu a catapultare su di loro questa sensazione di disagio…magari per loro non ci sono problemi, ma ti senti tu da solo l’itruso…proprio perchè l’atteggiamento malinconico ti porta a considerare tutto ciò che potrebbe farti riflettere in quel senso…alla prossimaAnna

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...