De gustibus

E ieri sera, abbiamo festeggiato con una lauta cena la laurea in Ingegneria Elettronica del mio amico V. Una gran bella mangiata, devo ammetterlo. Ci è stato servito di tutto… salumi, fritti, pizza, pasta alla boscaiola (funghi e salsiccia) per poi terminare con l’immancabile dolce, una millefoglie. Ho fatto davvero fatica a prendere tutto quello che ci è stato servito. Una volta il mio stomaco era molto più elastico!!! ^^”

Ma non sono qui per parlare dell’abbondante cena, nè della laurea del mio amico (a proposito, ha ottenuto come votazione finale 101/110, complimentoni!!) ma vorrei parlarvi del regalo che gli abbiamo fatto per la laurea io e gli altri suoi amici del posto dove abito. Soprattutto perchè si ricollega un "problema" (se così si può chiamare, anche se penso sia un termine esagerato) sui miei gusti personali. In questo specifico caso, in materia di regali da fare. Perchè ho scoperto che non regalerei mai a qualcuno (mio grande errore forse, lo ammetto) un oggetto o qualsiasi cosa che a me non piacerebbe. Ma andiamo con ordine.

Qualche giorno prima del giorno di discussione della tesi di V., eravamo tutti riuniti per pensare a che regalo fargli. Su una cosa eravamo d’accordo tutti: non gli avremmo fatto una targa d’argento, perchè la consideravamo una cosa parecchio futile e comunque poco utile (su questo ero pienamente d’accordo). Allora la scelta cadde su tre tipi di regalo: o qualcosa di tecnologico (io propendevo su questo), un bracciale/collanina ( la cosa non mi rendeva entusiasta) oppure un orologio. Avevamo a disposizione un certo budget (circa 140 euro), quindi abbiamo fatto un giro dei negozi.

La fotocamera digitale fu scartata quasi subito: all’inizio per i prezzi (devo ammettere che erano parecchio alti), poi perchè non avremmo comprato niente di una marca importante ( e qui sono intervenuto io, sostenendo che esistono parecchie fotocamera non di marca ma con ottime prestazioni) ed infine perchè venni a sapere (quante poche cose sò dei miei amici!! ^^”) che lui alla fine non usava tanto il computer ed internet e quindi un’acquisto del genere forse poteva fare anche un certo effetto, ma molto probabilemnte non lo avrebbe usato. Quindi ho dovuto abbozzare e siamo andati (me compreso, eravamo in 4) in una gioielleria.

Qui si poteva scegliere solo gli ultimi due tipi di regalo: il braccialetto/collanina e l’orologio. Io puntavo sull’orologio, ma visto il mio precedente scarso successo e soprattutto la mia evidente lontananza dai gusti del festeggiato, ho lasciato fare le scelte agli altri. Naturalmente ogni tanto commentavo per far sapere il mio punto di vista. ^^

Si è partiti dal braccialetto/collanina: diversi tipi di bracciali, diversi tipi di materiali, diversi tipi di immagini e abbinamenti. Sebbene abbia dato quasi nessuna importanza a quest’ultimo tipo di regali, qualche braccialetto me lo ricordo: uno di questi aveva una specie di mini astrolabio argentato, un’altro mi sembrava avesse uno strano ciondolino a forma di serpente… ed ecco il mio personale punto di vista "Un braccialetto? A questo punto potevamo fargli la targa in argento… tanto l’utilità è la stessa!! Certo, sicuramente se lo porterà in giro…. ma io una cosa del genere non me la metterei mai!!" (Ed è vero: quante volte per i miei compleanni, per i miei 18 anni, per la mia laurea e per altri avvenimenti che non ricordo mi hanno regalata dei braccialetti. E sebbeni apprezzi sinceramente il pensiero, sono parecchio restio ad indossarli. Li sento solo come un fatidio intorno al polso. Stesso effetto posso dire hanno su di me le collanine.)

Ma alla fine delle collanine non si fece nulla e quindi si arrivò a considerare gli orologi. Devo ammettere che in fondo ero contento che si fosse arrivato a questa soluzione. Alla vista degli orologi, rimasi perplesso… tutti gli orologi che i miei amici giudicavano "belli", io pensavo fossero "eccessivi". Alla fine si arrivò a scegliere un orologio con il cinturino d’acciaio, il vetro a prisma (vetri del genere li ho visti solo nei flm quando i ladri tagliavano i vetri delle finestre ^^”) e un quadrante color blu scuro. (su questo c’è anche il mio zampino… alla fine, quando si è trattato di scegliere tra 3 orologi, ho pensato di suggerire il migliore dei tre. O meglio, quello che giudicavo meno peggio. ^^”) Assodato che era un orologio pesante, ma considerando che il festeggiato ha il polso pesante, non ho fato obiezioni. Ma pensavo "A parte che l’orologio lo giudico troppo grande… si può sapere perchè abbiamo preso uno con altimetro e profondimetro? Questo va al mare, e non penso proprio che ci farà il bagno indossandolo. Dove lo potrebbe portare? In discoteca? Un orologio da 140 euro??? Io avrei il terrore di perderlo o che qualcuno me lo rubasse!!!"

Qualcuno potrebbe pensare: allora chissà che orologio indosso io. Non posso farvelo vedere, ma cercherò di descivervelo il meglio possibile: è molto piccolo e leggerissimo. Color verde militare, ha il quadrante perfettamente tondo, (dovrebbe essere) resistente all’acqua e ha tutti i numeri delle ore. Dimenticavo: cinturino in pelle (almeno credo) sempre color verde. Non ha profondimetro, altimetro, cronometro e altre diavolerie varie (che non nego possano essere utili). Segna il semplice scorrere del tempo. Come dicono i miei amici, sembra il classico orologio che si poteva trovare tempo fa nei fustini del Dash. (effettivamente..^^”). E’ semplice, spartano… e forse è proprio per questo che mi piace. ^_^. Certo, esteticamente non è granchè… anzi, qualcuno potrebbe dire che fa schifo… ma sinceramente non me ne importa nulla. Se lo indosso è perchè mi piace. Punto. Non deve mica piacere per forza agli altri!!

Una volta comprato l’orologio, messo della scatolina della Chronoteck (la marca dovrebbe scriversi in questo modo) e incartato, abbiamo pagato e siamo tornati a casa. Ultimo pensiero è stato sul regalo perfetto per una persona come me. (pensiero partito quando stavo discutendo con i miei amici sull’orologio). Penso che il regalo per me sia facilissimo e contemporaneamente impossibile. Facile perchè non ho molte pretese, eviterei bracciali e orologi vistosi e probabilmente farei risparmiare a tutti un sacco di soldi. Impossibile perchè alla fine non parlo mai dei miei gusti… e in fondo va bene così. L’unico regalo che un amico potrebbe farmi è la compagnia, basterebbe solo quella. Ogni volta che parlo e discuto con qualcuno, ho sempre l’impressione di imparare qualcosa dell’altro, del mondo e di me. E penso che questo sia la cosa importante. Certo, non nego che mi piacerebbe ricevere regali… ma se la compagnia è quello che conta, io festeggio diverse volte la settimana. Anzi, tutti i giorni considerando anche le persone con cui parlo con messenger. (Con l’unico peccato di non poterli incontrare dal vivo.)

Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...