Gioventù bruciata

Oggi, mentre uscivo dalla mia lezione all’università e stavo per tornarmene a casa, passo per l’auditorium e vedo che all’interno stanno rappresentando qualcosa. Incuriosito entro e mi accorgo che stanno rappredentando "Romeo e Giulietta", l’immortale tragedia di William Shakespeare. La rappresentavano ad una scolaresca di 3° media e ad un’altra di 2° superiore, quindi non era proprio la tragedia intera ma bensì venivano rappresentati i pezzi più importanti con uno degli attori, che con la funzione dell’autore della tragedia, spiegava i pezzi oscuri e rivelava curiosità. Una bella cosa, insomma.
 
Ma d’altronde non poteva essere tutto così bello.
 
Sono arrivato in tempo per vedere l’inizio della fine, cioè da quando Romeo ha appena ucciso il cugino di Giulietta Tebaldo. Riassumendo brevemente, Romeo viene mandato in esilio, Giulietta per non sposare la persona scelta dal padre usa una pozione che la farà credere morta… insomma, spero abbiate capito.
 
Questi ragazzi non hanno avuto il minimo rispetto per i due attori e per il commentatore, che mi sono sembrati molto coinvolti ed appassionati. Rumore fastidioso di sottofondo, risatine, smargiassate tipicamete maschili… insomma la maleducazione ha colpito sia ragazzi che ragazze, con un’unica differenza: le ragazze o guardavano in silenzio la rappresentazione o dormivano (ebbene si…-_-”), i ragazzi invece praticamente facevano gruppetti e chiacchieravano del più e del meno, in tono sufficientemente alto da disturbare gli attori. Almeno le ragazze stavano zitte!!!
 
L’evento che veramente mi ha fatto arrabbiare tantissimo è stato alla scena finale: Romeo raggiunge la tomba di famiglia dei Capuleti, vede Giulietta che crede morta e beve del veleno; Giulietta si sveglia, scopre che Romeo è morto e per raggiungere il suo amato si uccide con un pugnale. Beh, non sono un tipo che manifesta i propri sentimenti in maniera palese, ma mi sentivo quasi sul punto di piangere per la commozione ^^”… e i ragazzi presenti? Sghignazzavano e facevano commenti tipo "Che sfiga!! Poteva scoparsela almeno prima di uccidersi…" (anche il solo scriverlo mi fa schifo…-_-”)
 
Ora, sono stato accusato di "ragionare da vecchio", di non avere una mentalità giovanile… beh, se questa è la "gioventù" sono fiero di essere un vecchio!! Mai visto una più totale mancanza di rispetto… forse sto solo diventando un fondamentalista, ma la cosa mi ha dato DANNATAMENTE sui nervi.
 
Però ho visto anche un barlume di speranza: poche persone che assistevano rapite alla rappresentazione, con sguardi incantati e sognanti. C’è speranza per questa "gioventù". ^^
 
Alla prossima.
Annunci

6 pensieri su “Gioventù bruciata

  1. Marco

    Due precisazioni:
    a)Romeo si trastulla con Giulietta,evidentemente nella rappresentazione è stato saltato quel pezzo;
    b)Ti immagini un Del Mastro,un Petrilli,un Bonfiglio del 2° liceo a vedere una rappresentazione del genere?
     
    Se il destino avesse voluto che noi,invece di un compito di latino,avessimo assistito ad uno spettacolo simile quando eravamo in 2°,lo scenario sarebbe stato lo stesso:commenti ironici,gente che dorme e 2 o 3 mosche bianche a seguire lo "show".
     
    La cosa + brutta dei vecchi è che romanzano sempre la loro passata gioventù!

    Rispondi
  2. Lost wanderer

    Rsposta:
    a) è vero, Romeo si trastullava con Giulietta. Ma è il commento sulla loro scena finale che mi ha fatto saltare i nervi…
    b) a parte Del Mastro (che sinceramente non sò perchè salvo…^^”) hai citato le persone che mi stavano più sulle scatole all’epoca.
     
    A parte che nel 2° forse ero una delle "mosche bianche"…. io mi riferivo soprattutto al volume usato. Poi si vede che ho davvero romanzato la mia gioventù, ma il loro atteggiamento continua a starmi sui nervi.

    Rispondi
  3. Anna

    la tua gioventù la stai vivendo…e non mi pare che tu l’abbia romanzata…se poi il modo in cui la vivi, viene definita " da vecchio" questo è solo una tipica classificazione inutile…perchè alla fine hai mosso una , chiamiamola, critica nei confronti della maggioranza della gente che fa parte della tua generazione…Cmq esagerato o no il tuo fastidio, esagerano tutti….chi nel fregarsene, chi nel proclamare dissenso…+ che altro mi sembra un modo per far sapere da che parte di sta…o farlo capire…soprattutto nel primo caso. al secondo correlo anche altro.e poi c’è da fare la solita considerazione…adolescenti o no prima o poi si cresce e non tutti crescono nello stesso modo e con gli stessi tempi…e credo che i "giovani" crescano proprio perchè esistono persone che se possono, cercano di far notare dove e quando si manca di rispetto…perchè se fossimo lasciati a fare come caspita ci pare, a fare il compito in classe ti ci rimandavano a calci nel c…ok ok…rispetto il blog altrui…notte

    Rispondi
  4. Laura

    volevo fare solo una precisazione .. un consiglio piu che altro .. non metterti dalla parte dei VECCHIIIIIII
    ti spiego e questa non e la mia solita lamentela contro di loro .. come ci sono giovani che mancano di rispetto .. posso dirti che in quasi sette anni di lavoro con gli anziani anche loro mancano di rispetto.. l’unica differenza è che la maggior parte delle volte lo fanno in un  modo piu fine ,e piu difficile che si facciano scoprire  perche essendo anziani vogliono passar dalla parte della ragione

    Rispondi
  5. Lost wanderer

    Non ci citarmi la parola VECCHI, soprattutto se la dici tu… non puoi capire la fatica per mantenere la promessa che ti ho fatto tempo fa… ^^”

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...