Tekken vs libri

Il siparietto che sto per raccontarvi è invece successo questa mattina sull’autobus.
 
Per qualche problema sopraggiunto la sera prima, mi è stato impossibile usare la macchina per andare all’università. Quindi, dopo tanto tempo, sono stato costretto a riprendere l’autobus.
 
Vi dirò, sono ESTREMAMENTE contento di averlo preso. Ho scoperto che andare in macchina non mi diverte per niente, non mi fa pensare a niente e non mi permette la minima distrazione (come è giusto che sia). Bene, questa mattina ho goduto del fatto di aver perso tempo. E’ stato bello aspettare l’arrivo dell’autobus, salirci e… soprattutto… trascorrerci del tempo sopra. Si entra in una sorta di mini mondo, dove diverse persone si incontrano e chiacchierano pur senza conoscersi, o dove si può guardare all’esterno per vedere il paesaggio che cambia e pensare a qualunque cosa…
 
Bene, ma le cose che ho sentito durante il tragitto da tre "ragazzotti" mi hanno fatto prima arrabbiare, poi mi hanno fatto sentire un uomo migliore… ^_^”
Mi ero seduto in fondo alla fila, vicino al finestrino. Al mio fianco c’erano tre ragazzi, avranno avuto 18 anni ad occhio, che facevano un sacco di casino e davano NOTEVOLMENTE fastidio. Ma devo ammettere che il cervello (come ogni inizio mattina) era in stand-by, quindi non mi hanno particolarmente disturbato. In compenso sentivo distrattamente i loro discorsi.
Il più grosso dei tre faceva più casino di tutti, e ha cominciato con un "A ragà… non ve dico ieri che ho fatto con Claudia.." sghignazzando e facendo crescere la curiosità ai suoi amici, che hanno cominciato a chiedergli i particolari. "Ve dico solo questo: ho fatto vivere a quella donna la nottata migliore della sua vita!" ha esclamato per poi cominciare a raccontare con dovizia di dettagli quello che "avrebbe" fatto con la donna in questione. La cosa mi ha NOTEVOLMENTE infastidito… soprattutto per la mancanza così palese di rispetto verso la sua compagna e gli atteggiamenti da "superuomo" che usava per descrivere. E comunque sono convinto che stesse volutamente esagerando per farsi "bello" agli occhi degli amici… quindi sebbene stessi per intervenire, mi sono trattenuto. D’altronde, non erano affari miei…
E invece sono scattato per una cosa relativamente stupida. Il discorso dei tre cambia, e per qualche motivo sempre il leader dei tre comincia a parlare di un tavolo con una delle gambe più corta rispetto alle altre. Provate ad indovinare come ha risolto il nostro eroe questo "difficilissimo" problema? Usando un libro per compensare.
Ora, io sono un accanito lettore e usare un libro per una cosa così secondo me è inutile. Capisco che i libri non piacciono a tutti, ma c’è un limite… ma lui insiste: "Non potete capì che du palle che m’ha fatto mi sorella… era soltanto uno stupido libro di draghi e cavalieri!" Io adoro i libri fantasy, quindi mi volto verso il tipo che parla, appena in tempo per sentirgli dire la frase fatidica: "M’ha urlato una cosa tipo "fammi leggere della torre del Sommo chierico"….". Qui non ce l’ho fatta più a stare zitto: il libro in questione faceva parte di una saga fantasy che adoravo, quindi gli ho detto "Potresti fare meno casino… e dire meno stupidaggini?" Quello mi guarda e dice "Che cavolo vuoi? Io non ho avuto mai a che fare con un libro e guarda come sono cresciuto!!" E io acido "Si sente infatti…". Il tizio si arrabbia… e devo dire che anche io non ero esattamente contentissimo della sua presenza. Era diventato la mia nemesi, un avversario con le convinzioni antitetiche alle mie. "Guarda che leggere un pò di più forse non ti avrebbe fatto male…" e lui risponde, con tono arrabbiato "Preferisco giocare con la Playstation piuttosto che perdere tempo come dici tu!!" Allora gli domando "giusto per curiosità… il tuo gioco preferito?" e lui risponde "Tekken 4." ( per chi non lo sapesse, è un gioco di lotta).
Niente da dire contro i giochi di lotta… anche io ho Tekken tra i miei giochi. Ma la successiva affermazione mi ha fatto smettere di insistere. "A proposito" si gira verso gli amici subito dopo "Avete presente Paul? (Personaggio di Tekken che tira forti pugni) Ho fatto di sorpresa a Riccardo (forse un suo amico) l’Atomic Bomb e vi devo dire che funziona!!!"
L’Atomic Bomb in questione, per chi non lo sapesse, nel gioco era una sorta di pugno potentissimo che faceva volare via l’avversario.
 
Non sono riuscito a trattenere una faccia sorpresa e compassionevole, pensando a questo Riccardo. Poi li ho ignorati per il resto del tragitto… hanno dimostrato da soli quello che pensavo di loro.
 
Viva i libri!!! Alla prossima!!
 
 
Annunci

2 pensieri su “Tekken vs libri

  1. Francesca

    non so se questa storiella simpatica rende meglio dal vivo o in questa versione…mi hai fatto morire dal ridere!!!!
    ti ripeto, quasi quasi ti invidio…inizierò a prendere i mezzi anch’io!!!
    saluti fra!
     

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...