Vita da cani

Ieri sera stavo tornando dall’università… erano più o meno le 7 di sera e mentre prendo la strada che mi porterebbe al Raccordo mi accorgo che c’è un terribile intasamento, le macchine sono ferme e sento anche le sirene di due ambulanze, bloccate anche loro nell’ingorgo. Per evitare di perdere tempo, decido di passare per la zona industriale di Ciampino, sperando così di evitare di rimanere bloccato anch’io.
Riesco senza problemi ad arrivare fino nei pressi di Cornetto +, che si trova dopo il Palacavicchi, e qui trovo un pò di fila. Mentre aspetto mi accorgo che al lato della strada c’è una signora con tra le braccia due "fagotti" bianchi che vuole attraversare la strada. Nessuna delle macchine davanti a me si ferma, e avvicinandomi sempre di più veda la sua faccia stanca e mi accorgo che ha in braccio un bambino di un anno o poco più e nell’altro braccio un cagnolino bianco, che la padrona ha preso in braccio forse per evitare che venga investito dalle macchine che passano. Il bambino è da lontano uguale al cagnolino perchè indossa un cappottino dello stesso colore della pelliccia del cane, e sono più o meno della stessa grandezza.
Arrivato al mio turno, visto che nessuno si è fermato, decido di lasciarla passare. La signora mi ringrazia con un sorriso e attraversa velocemente la strada, fermandosi sul marciapiede davanti a Cornetto +. Faccio per andarmene quando con la coda dell’occhio vedo la signora posare uno dei due "fagotti" a terra e fare un paio di passi… peccato che abbia posato a terra il bambino, che all’inizio rimane fermo poi comincia a gattonare, mentre il cane rimane fermo ed immobile, quasi volesse approfittare dell’occasione per rimanere qualche altro minuto tra le braccia della padrone. Non riesco a trattenere una risata (che in quel momento mi serviva moltissimo)  e per fortuna la signora si accorge dell’errore dopo pochi secondi e in fretta e furia torna a prendere il figlioletto, quasi sbattendo a terra il cane (poverino!) e sorridendo imbarazzata a me e alle macchine che hanno visto la scena.
Brutta cosa la stanchezza, non c’è che dire. Ma un applauso al cane, che si è dimostrato (involontariamente?) il più furbo in quella situazione.
 
Alla prossima!
Annunci

Un pensiero su “Vita da cani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...